Consigli utili Microstock

Vendere foto online: il microstock

vendere foto online

Se pensate di essere dei bravi fotografi, avete molti scatti a disposizione e vi state chiedendo come fare a vendere foto online questo è l’articolo che fa per voi.

Premetto che non diventerete ricchi da smettere di lavorare (anche se ve lo auguro) ma sicuramente potreste guadagnare qualche soldo vendendo immagini che altrimenti rimarrebbero a “prendere polvere” sul vostro hard disk.

Sto parlando del MICROSTOCK, ne avete mai sentito parlare? Nessun problema, vediamo come funziona e capirete che vendere foto online non sarà poi così difficile.

Cos’è il Microstock

Il microstock è un modello di business relativo alla fotografia d’archivio (stock photography), cioè una banca d’immagini online che permette ai fotografi di vendere le loro opere a prezzi modici (micro).

La maggior parte delle agenzie di microstock offre, oltre alle immagini fotografiche, anche illustrazioni vettoriali, e alcune di queste filmati flash, piccoli video e file audio.

Il termine deriva dalla contrazione di micropayment e stock photography: immagini di qualità paragonabile alla tradizionale fotografia di stock ma commercializzate, tipicamente, con licenze Royalty-free, a prezzi “micro”, da 0,2$ a 20$ in funzione di vari parametri tra i quali spicca la dimensione in pixel dell’immagine stessa.

vendere foto online
esempio d’immagine stock
vendere foto online
esempio immagine stock

Come funziona il Microstock e come vendere foto online

Quando si parla di microstock ci si riferisce ad agenzie completamente online che, sfruttando l’avvento della fotografia digitale e internet come tecnologia di comunicazione, hanno creato degli enormi archivi d’immagini, video e illustrazioni e le hanno messe in vendita a prezzi bassissimi.

Gli acquirenti (solitamente blogger, agenzie pubblicitarie, uffici marketing delle aziende, web designer e riviste) hanno quindi un’ampia possibilità di scelta d’immagini ad alta qualità e a prezzi contenuti. Tali immagini verranno poi usate per pubblicità, brochure, volantini, siti web, ecc…

vendere foto online
esempio foto stock
vendere foto online
esempio stock foto

Dal vostro punto di vista che volete monetizzare le vostre immagini è tutto molto semplice e sopratutto è completamente gratuito. Cosa dovete fare quindi?

Come prima cosa vi dovete iscrivere sui vari siti d’agenzie e chiedere di poter diventare collaboratori. (vi ricordo che è gratuito!) A questo punto le varie agenzie (che dopo v’indicherò) vi chiederanno di visionare alcune delle vostre foto migliori. Questa fase è molto importante, sottoponetegli solo i vostri scatti più belli e sopratutto non banali.

Dopo qualche giorno vi faranno sapere se le vostre foto sono state all’altezza dei loro requisiti e se avete passato “l’esame”. In caso affermativo diventerete collaboratori dell’agenzia e potrete iniziare ad inviare TUTTI i vostri scatti. Le fotografie che invierete verranno visionate una ad una da un loro revisore e se accettate, verranno subito messe in vendita sul loro sito, altrimenti vi verrà comunicato il rifiuto con la motivazione.

E’ proprio qua che non vi dovete abbattere, le migliori agenzie di microstock del mondo hanno archivi con 50-60 MILIONI di fotografie! Se la foto che invierete non è “commercializzabile“, ha dei difetti visibili (rumore, fuori fuoco, luce troppo bassa o alta) o è di scarsa qualità, verrà sicuramente rifiutata. Con un numero così alto d’immagini non possono accettare tutto quello che gli viene inviato!!!

Se invece la vostra foto verrà accettata, entrerà immediatamente nel database delle ricerche ed acquistabile da chiunque in giro per il mondo. Una volta venduta poi, vi verrà riconosciuta una percentuale che varia dal 20% a 70% a seconda dell’agenzia.

Si ma…..quanto si guadagna?

La risposta è…poco! Per ogni immagine venduta si va da un minimo di 20 centesimi di dollaro a 10-15 dollari a seconda di come l’acquirente acquista: se ha un abbonamento (quasi sempre) o se compra “una tantum”, se compra la vostra immagine a bassa o alta risoluzione.

Si ok….ma ne vale la pena fare tutto questo casino per 25 centesimi di dollaro a foto? SI, secondo me SI perchè se arriverete ad avere un discreto portfolio d’immagini, avrete anche parecchi acquisti e di conseguenza parecchi introiti…quindi credo ne valga la pena.

Io, al momento della stesura di questo articolo, collaboro con 10 agenzie e per ogni agenzia ho un portfolio di circa 500 immagini (alcune agenzie con 350, altre con 700). Ogni mese riesco a vendere dalle 200 alle 300 immagini, non ci campo sicuramente ma almeno riesco a raccimolare qualcosa. Ci sono fotografi che lavorano con le agenzie di Microstock come lavoro principale e hanno portfolii da 30.000 immagini, pensate a che introito devono avere!

vendere foto online
esempio foto stock
vendere foto online
esempio foto stock

Vantaggi del Microstock

  •  Potete dedicarvi al microstock a tempo perso affiancandolo al vostro lavoro principale lavorando da casa, quando volete e con i vostri ritmi
  • L’agenzia pensa a tutto, non dovete cercare i clienti finali e non vi dovete occupare di pubblicizzare i vostri scatti, fa tutto l’agenzia!
  • Vi potete divertire a sottoporre scatti particolari, essere diversi e originali piace molto al mercato e alle agenzie
  • Anche se i vostri scatti verranno scartati vi verrà spiegato il perchè e avrete la possibilità di riprovarci. Dagli errori s’impara…SEMPRE!
  • Al momento il mercato del microstock è molto vasto, non sarà difficile vendere i vostri scatti

Svantaggi del Microstock

  •  Il vostro lavoro verrà svalutato e le vostre foto verranno pagate poco.
  • Dovrete sempre seguire i trend del mercato se volete vendere di più
  • Spesso arriverete a fotografare cose che non vi piacciono ma dovete farlo perchè “vendono”
  • Non parlando col cliente finale viene a mancare il lato umano di questo lavoro

Vendere foto online – Conclusioni

Spero di avervi chiarito le idee su come funziona il mondo del microstock e su come si possano vendere foto online. Immagino che sarete ancora molto dubbiosi sul provare o no questa strada. Io ve la consiglio, non vi porterà via molto tempo all’inizio e soprattutto è completamente gratuita. Provate, iniziate con pochi scatti e poi vedete se continuare o no. Non abbattetevi però se le vostre foto verranno bocciate e se le percentuali d’accettazione saranno basse, cercate di capire dove avete sbagliato ed eventualmente riprovateci. Pensate comunque che se le vostre foto dovessero rimanere sul vostro hard disk non guadagnereste 1 centesimo! Quindi: BUTTATEVI!!!!

vendere foto online
esempio foto stock

Ed ecco infine alcune delle migliori agenzie del mondo di microstock dove vendere le foto online, partite con queste poi eventualmente ampliate le vostre collaborazioni:

Shutterstock

Fotolia

123RF

Dreamstime

IStock

BigStock

DepositPhotos

Buone vendite!!!

Se vi è piaciuto questo articolo su come vendere foto online vi chiedo cortesemente di condividerlo sui vari social network. Grazie!

Vendere foto online: il microstock ultima modifica: 2016-01-28T23:37:31+00:00 da Stefano

Riguardo all'autore

Stefano

Sono un informatico con la passione smisurata per la fotografia, ho fondato il PHOTOBLOG nell'estate del 2016 per cercare di unire la mia passione al mio lavoro.
Ho iniziato per scherzo e ora mi ritrovo, con enorme orgoglio e umiltà, a gestire un sito in continua crescita tra i più visitati in Italia nel suo genere.
Cerco sempre notizie fresche, collaborazioni con fotografi e argomenti che possano essere utili a chiunque si avvicini al fantastico mondo della fotografia.

4 Commenti

Clicca qua per lasciare un commento

    • Ciao Walter…la risposta è: ASSOLUTAMENTE NO.
      Io collaboro con tutte le agenzie che vedi sopra più alcune altre che non ho citato perchè “minori”.
      All’atto della registrazione, ogni agenzia ti chiederà se vuoi diventare un collaboratore “esclusivo”, che significa che in quel caso tu dichiari di caricare le foto solamente sul loro sito e su nessun’altra agenzia.
      E’ una scelta, se diventi “esclusivo” ovviamente le percentuali di guadagno sono più alte e il tempo di caricamento delle immagini è ovviamente minore ma ti precludi la possibilità di avere un più ampio mercato che invece avresti se collabori con più agenzie.
      Le 6 agenzie che vedi sopra sono quelle più grandi, a queste ci aggiungerei EYEEM che è relativamente nuova ma che vale la pena.
      Non si diventa certamente ricchi ma ti garantisco che con 1000 immagini in vendita su tutte queste agenzie puoi portare a casa 100-150 euro al mese. Dipende poi dalla qualità e dalla vendibilità delle immagini ovviamente!
      Se hai altri dubbi scrivimi pure per email all’indirizzo: info@stefanoventuri.eu sarò contento di poterti dare tutti i consigli che ti servono.

      Ti ringrazio e ti auguro una buona serata.

  • Ciao Stefano e grazie del tuo passaggio. L’aspetto fiscale del microstock è un grande casino!!! I soldi che guadagni devi comunque dichiararli ma se non superi i 4-5 mila euro/anno non serve aprire la partita IVA, basta dichiararli nel 730 come “altro reddito” allegando le ricevute dei pagamenti ricevuti da paypal.

  • Grazie per aver chiarito aspetti fondamentali di questa attività che io, fotografo dilettante da una vita, non conoscevo. Il mio dubbio però è legato all’aspetto fiscale di questa attivita’ e cioè per vendere le foto occorre la partita Iva ?
    Grazie ancora e un saluto .

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!