Consigli utili

Suggerimenti per fotografare monumenti e sculture

Fotografare i monumenti che troviamo nelle nostre piazze, questo è il progetto.

In Italia, il paese che contiene la maggioranze delle opere d’arte presenti al mondo, è una cosa che può essere abbastanza comune. Praticamente in ogni comune è possibile trovare qualcosa da fotografare. Anche se lo abbiamo sempre fatto, non è detto che siamo sempre riusciti ad ottenere i risultati migliori.

Una cosa che deve essere considerata è che non sempre è permesso l’uso del treppiede nei luoghi pubblici oppure c’è una congestione talmente elevata di fotografi che non è possibile posizionare il nostro (come ad esempio davanti alla Fontana di Trevi).

Se vogliamo fotografare i monumenti, le prime cose da fare sono di verificare eventuali divieti e poi applicare le seguenti tecniche.

#1. Aspettare il momento giusto

I cieli nuvolosi sono i migliori: la macchina fotografica può avere notevoli difficoltà a gestire gli estremi contrasti di luci e ombre che il sole fa sul bronzo lucido o sul marmo bianco brillante.

Se è una giornata di sole, prova a cercare una scultura completamente in ombra, non una semplice ombra screziata. Ciò potrebbe significare scattare nel pomeriggio anziché al mattino, o viceversa, o aspettare che un edificio vicino proietti un’ombra sulla scultura. Oppure trova la giusta posizione per cui la scultura si stagli chiaramente contro il cielo azzurro, in modo da facilitare il compito all’esposimetro della tua macchina fotografica.

#2. Osserva prima

Ottenere una buona visuale su un volto scolpito è altrettanto importante che ottenere una buona posizione quando si acquisisce un ritratto formale di una persona dal vivo.

Gira intorno alla scultura e individua gli angoli più interessanti prima di iniziare a guardare attraverso l’obiettivo e giocare con diaframmi ed esposizioni.

Di solito l’angolo più interessante per una faccia sarà una vista profilo o una vista 3/4, piuttosto che una foto frontale che assomiglia tanto a una immagine segnaletica della polizia.

#3. Zoom

Molte sculture sono su piedistalli, quindi se stai vicino a loro per scattare, la tua foto sarà piena di gambe e piedi.

Utilizza lo zoom ottico per riempire il fotogramma. Se possibile, mettiti su una panchina o su un leggero rialzo in modo da avvicinare il tuo livello visivo a quello della scultura.

#4. Controlla lo sfondo

Osserva metodicamente gli elementi di distrazione.

Per strada, gli elementi distraenti più frequenti sono i segnali stradali, i piccioni, i rami degli alberi e i veicoli.

Considera le trame, nonché le forme e il colore degli oggetti dietro le sculture: una faccia lucida può scomparire su uno sfondo a specchio.

Sposta la tua posizione per rimuovere il maggior numero di distrazioni possibili. Nel caso in cui non sia possibile eliminare le distrazioni (ad esempio stai fotografando una statua in un parco), prova a variare l’apertura in modo da staccare nettamente il tuo soggetto dallo sfondo.

#5. Misurazione spot (misurazione ponderata centrale)

Una volta individuata una buona angolazione e distanza, imposta la fotocamera per misurare la luce solo al centro dell’inquadratura.

Misura l’esposizione su una parte abbastanza grande e uniforme della statua, come ad esempio il busto. Premi a metà l’otturatore per mantenere l’impostazione e ricomponi l’inquadratura facendo ben attenzione ad eliminare le distrazioni (e quindi elimina piccioni, rami, cartelli stradali, …).

Se ciò non ti dà un’immagine con un buon dettaglio, prova a usare la funzione di bracketing dell’esposizione (sempre ponderata al centro), se la tua fotocamera ne ha uno.

#6. Semplificare, semplificare, semplificare

Se ci sono troppe distrazioni attorno a una particolare scultura, potrebbe essere necessario accontentarsi di diversi scatti ravvicinati piuttosto che di una foto dell’intera scultura.

Prova una visione diversa di viso, viso e busto, mani o elementi di supporto. Prova anche a scattare in bianco e nero o a toni seppia: un segno di “divieto di sosta” è spesso meno disturbante se non è a colori.

Suggerimenti per fotografare monumenti e sculture ultima modifica: 2019-03-11T14:30:30+00:00 da Giovanni

Riguardo all'autore

Giovanni

Lascia un commento a questo articolo

Clicca qua per lasciare un commento

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!