Consigli utili

Modalità Priorità di Diaframma VS Modalità Manuale

Priorità di Diaframma

La Modalità Manuale è quella che permette di avere il completo controllo delle impostazioni della fotocamera.

Quando inizi, imparare a scattare in manuale, ti aiuterà a scoprire la relazione tra tempo di posa e diaframma. Questo assicura che tu capisca cosa sta facendo la fotocamera ogni volta che fai un’esposizione. Inoltre, crea le basi per correggere l’incapacità della fotocamera di far fronte a situazioni di esposizione estrema, oltre a fare scelte creative per le tue immagini.

A volte è meglio sacrificare qualcosa delle possibilità di controllo avendo però il vantaggio di dedicare la mente alle cose che contano di più, come la composizione.

La soluzione è quindi quella di adottare la Priorità di Diaframma.

Vediamo quindi cinque motivi per cui potrebbe essere preferibile adottare la modalità a Priorità di diaframma invece che la Modalità Manuale.

1. La Priorità di Diaframma fa lo stesso lavoro della Modalità Manuale

In Modalità Manuale, lo strumento nella fotocamera sta eseguendo una lettura in base all’ISO impostato (a condizione che non si stia utilizzando ISO auto). Scelta l’apertura, per ottenere un’esposizione, ora devi modificare la velocità dell’otturatore in modo che l’indicatore sulla tua fotocamera si allinei con il riferimento che indica l’esposizione corretta.

La Priorità di Diaframma fa la stessa identica cosa, tranne che la fotocamera imposta la velocità dell’otturatore per te. La modalità di priorità dell’apertura non consente di impostare autonomamente la velocità dell’otturatore, ma ti libera di concentrarti su cose come la composizione senza dover costantemente tenere d’occhio il misuratore.

Nelle situazioni in cui è necessario compensare i soggetti scuri o chiari, la modalità Priorità di Diaframma offre comunque il pieno controllo manuale dell’esposizione attraverso la compensazione dell’esposizione.

Stai scattando foto di un soggetto scuro? Componi una volta per -1 stop della compensazione dell’esposizione e continua a scattare senza dover regolare costantemente le impostazioni per ottenere lo stesso risultato.

Stai scattando foto di un soggetto bianco? Ancora lo stesso. Questa volta, aggiungi +1 stop di compensazione dell’esposizione e via …

Priorità di Diaframma

L’unica differenza tra la modalità priorità di diaframma e la Modalità Manuale in queste circostanze è che trascorrerai più tempo concentrandoti sulla creazione delle foto di quanto non sarai sui quadranti della tua fotocamera.

Imparare ad utilizzare la Modalità Manuale è comunque importante per capire come funziona l’esposizione. L’utilizzo della Modalità Manuale è il modo migliore e più veloce per farlo.

Quindi, per favore, non ignorare del tutto la Modalità Manuale. Tuttavia, l’utilizzo di altre modalità, insieme alla conoscenza dell’esposizione e di come funziona, aiuterà te e la riuscita delle tue foto nel lungo termine.

2. Velocità

Come accennato, l’uso della priorità del diaframma riduce la quantità di tempo che devi trascorrere guardando il misuratore della fotocamera. Poiché la fotocamera sta ora impostando la velocità dell’otturatore, l’unica cosa di cui ti devi preoccupare nella maggior parte delle situazioni è la compensazione dell’esposizione.

Una volta impostata la fotocamera in modalità priorità di diaframma, è sufficiente un solo dito per regolare le impostazioni di compensazione dell’esposizione. L’unica altra cosa di cui dovresti preoccuparti è, se ne hai bisogno, o vuoi, di cambiare la tua ISO. Ma questo sarà più raro.

3. La modalità a priorità di diaframma offre comunque il pieno controllo dell’esposizione

Priorità di Diaframma

La Priorità di diaframma ti dà comunque un pieno controllo sulla tua esposizione. Non è una modalità automatica, in cui tu non hai alcun controllo, più di quanto non consenta alla fotocamera di impostare la velocità dell’otturatore in base all’apertura che stai già utilizzando.

In qualsiasi momento mentre si è in modalità Priorità di Diaframma, si avrà comunque un inserimento manuale completo su quale esposizione sta registrando la videocamera. Hai solo meno passaggi fisici da fare prima di arrivare ad ottenere il tuo risultato.

4. Aiuta a creare un’esposizione costante al variare delle condizioni di illuminazione

Uno scenario in cui la modalità di priorità del diaframma brilla davvero è quando cambiano le condizioni di illuminazione.

Ad esempio, se sei in una giornata ventosa e nuvolosa, i livelli di luce possono cambiare continuamente.

In modalità Priorità di diaframma, la fotocamera cambia la velocità dell’otturatore per un’esposizione corretta (già tenendo conto dell’eventuale compensazione dell’esposizione che potrebbe essere stata impostata), aiutandoti così ad ottenere un aspetto coerente per tutte le immagini in una sequenza.

Questo è molto utile in termini di riprese di una sequenza di immagini per poi creare in un panorama. Quando si crea una sequenza di immagini per un panorama, la priorità del diaframma può aiutare a garantire un’esposizione coerente attraverso i fotogrammi.

Se si stesse riprendendo questa sequenza in Modalità Manuale, sarebbe necessario osservare costantemente lo strumento e modificare le impostazioni della velocità dell’otturatore secondo necessità.

Questo non è un grosso problema, ma l’utilizzo della modalità priorità di diaframma consente di ottenere gli stessi risultati senza rimanere focalizzati costantemente sulle impostazioni.

Priorità di Diaframma

Al tramonto, la luce cambia rapidamente. Aggiungi un soggetto in movimento a quella scena ad alto contrasto e avrai un incubo di esposizione. La Priorità di diaframma può aiutare a mantenere un’esposizione abbastanza coerente tra i diversi fotogrammi.

Questo non è perfetto, e cambiamenti estremi nell’illuminazione possono avere effetti drastici sulle tue immagini e sulla tua esposizione. Dovrai comunque prestare attenzione ai dettagli per assicurarti che nulla stia andando storto. Nei giorni normali, tuttavia, funzionerà benissimo.

5. Flash TTL e HSS abilitati

Usare la priorità del diaframma con i flash abilitati TTL e HSS potrebbe essere la combinazione perfetta.

Quando si utilizza un flash con TTL (attraverso la misurazione dell’obiettivo) e HSS (High-Speed Sync) abilitati, è probabile che si stia lavorando comunque con un’apertura fissa.

La modalità priorità di diaframma ti dà la libertà di impostare l’apertura desiderata e quindi lasciare che la fotocamera faccia ciò di cui ha bisogno per adattarsi allo strumento.

Non solo avrai ancora il pieno controllo sulla compensazione dell’esposizione per l’ambiente, ma avrai anche il pieno controllo sulla compensazione dell’esposizione con l’unità flash. Di nuovo, questo ti permette di essere libero di concentrarti sulle foto reali.

Conclusione

La Priorità di Diaframma può essere uno strumento fantastico per qualsiasi fotografo. Alla fine, fa esattamente la stessa cosa della Modalità Manuale. Detto questo, come quasi tutto il resto in fotografia, non è perfetto, e non sarà sempre LA soluzione.

Le priorità di diaframma e priorità di otturatore fanno esattamente la stessa cosa, solo in un modo diverso. Usa quello che funziona per la situazione in cui ti trovi.

Modalità Priorità di Diaframma VS Modalità Manuale ultima modifica: 2019-07-02T07:00:54+00:00 da Giovanni

Riguardo all'autore

Giovanni

Lascia un commento a questo articolo

Clicca qua per lasciare un commento

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!