Consigli utili

Insegnare la fotografia ai bambini

Il sogno di ogni fotografo è che anche i propri bambini abbraccino il nostro hobby.

Iniziando come un gioco, magari con quelle macchine fotografiche a stampa immediata per far vedere subito il risultato ottenuto (attenzione ai costi, però!), magari è possibile trovare abbastanza rapidamente un appassionato con il quale condividere così tempo ed esperienze.

Insegnare la tecnica fotografica, senza per questo “uccidere” la giocosità dell’esperienza e limitare la possibilità di fare errori da cui imparare, non è facile. Alcuni consigli possono comunque essere molto utili.

Non scattare a ripetizione

Con la relativa economicità di prendere immagini in digitale, la prima cosa che fanno i bambini (e non solo loro) è scattare a ripetizione senza pensare minimamente a quello che stanno facendo. Una foto verrà quasi sicuramente bene, ma più per caso che come una effettiva acquisizione di capacità fotografica.

Ovviamente, soprattutto se molto piccoli e se tutto viene visto più che altro come un gioco, questo sarà difficile da far rispettare, ma, con i dovuti modi, prima si inizia a insegnare a “pensare” la foto meglio è.

Al bambino la sua macchina

Se fate utilizzare al vostro bambino la vostra macchina fotografica, non verrà fuori una cosa positiva. Tenete presente che sono bambini e che quindi possono non tenere nella giusta considerazione i vostri costosi corpo macchina e obiettivo. Inoltre, tali dispositivi sono fatti per le mani di un adulto, per cui possono non essere facili da tenere per le mani di un bambino.

Mettetevi anche nella sua posizione: riuscireste a divertirvi se rischiate un rimprovero per come maneggiate l’attrezzatura dei vostri genitori?

Una macchina fotografica semplice e resistente ad urti e cadute e a infiltrazioni di acqua e polveri, per poterla utilizzare senza pericoli al mare o in piscina, è sicuramente la scelta giusta. Guarda qui le migliori macchine fotografiche per i bambini.

Non esiste un’unica posizione

Se tutti scattano nello stesso modo, potranno essere ottenute solamente le medesime immagini.

Variare la posizione di scatto cambia il modo di come l’immagine viene percepita. Insegnare questo è sicuramente uno dei punti più importanti.

Insegna quindi al bambino di scattare da diverse prospettive (alto, basso), avvicinarsi e allontanarsi dal soggetto in modo da riempire l’immagine in modo differente, muoversi intorno al soggetto per ritrarre viste differenti, cambiare le impostazioni della macchina (se la macchina lo permette).

Anche questo è un gioco: vedere come lo stesso soggetto si trasforma al variare delle impostazioni e della posizione di scatto.

Controllare gli sfondi

Uno degli errori più comuni che fa un qualunque fotografo è fare una bella foto del soggetto, ma sbagliare lo sfondo (con presenze disturbanti, disordinato, che allontana lo sguardo dalla giusta visione del soggetto).

Insegna ai bambini a scansionare rapidamente lo sfondo (e il primo piano) di un’immagine e modificare l’inquadratura se ci sono troppe distrazioni.

Tenere la fotocamera diritta

Un orizzonte pendente introduce sempre qualcosa di strano in una immagine.

Imparare subito che gli orizzonti devono essere dritti evita futuri pasticci e delusioni. È vero che una immagine digitale può essere sempre ritoccata e raddrizzata, ma partire con il piede giusto è meglio.

Oggi, anche le fotocamere più economiche, possono avere qualche aiuto (linee guida, bolla elettronica) per verificare se l’immagine è pendente o meno.

Come tenere in mano una fotocamera

È facile presumere che tutti sappiano come tenere una fotocamera digitale. Tuttavia, mentre molte persone lo fanno intuitivamente, alcuni non lo fanno, in particolare i bambini che non hanno familiarità con l’attrezzatura. Insegna quindi come tenere in mano saldamente la macchina fotografica per evitare movimenti non voluti.

Immagini che devono soffrire di un qualche movimento della fotocamera a causa della scarsa tecnica, non sono rare (anche tra gli adulti).

Avvicinati

Le macchine fotografiche economiche non hanno, purtroppo, degli zoom performanti. Se questo è innegabilmente un problema, dall’altra potrebbe essere una opportunità.

Se guardiamo gli scatti che ci sono in giro, in molti, il soggetto è troppo lontano. Avvicinarsi al soggetto è molto importante.

Capire quindi che avvicinarti può farti cogliere dettagli e punti di vista altrimenti impossibili con l’uso di uno zoom è molto importante, soprattutto in vista di un futuro da fotografo.

Scatta, scatta, scatta

Questo può sembrare un consiglio contrario a quello che abbiamo scritto prima, in cui dicevamo di non scattare a ripetizione.

Ovviamente i due consigli sono complementari: non scattare a raffica senza pensare giusto per avere una qualche foto (100 foto dello stesso identico soggetto), ma fare tante foto è l’unico modo per imparare a fotografare.

Solo fotografando è possibile migliorare la propria tecnica, conoscere ad occhi chiusi la propria attrezzatura (qualunque essa sia) e imparare ad esplorare le diverse tecniche fotografiche. D’altra parte questa è una verità innegabile qualunque sia l’età del fotografo!

Incoraggia quindi il bambino a non esitare ad esplorare qualcosa di nuovo.

Occasione -5%
Manuale di fotografia per ragazzi
2 Recensioni
Manuale di fotografia per ragazzi
  • Micaela Zuliani
  • Editore: Youcanprint
  • Copertina flessibile: 106 pagine

Ottenere l’equilibrio giusto tra fotografare persone, “cose” e luoghi

I soggetti sono i più vari. Se non spinti ad esplorare qualcosa di nuovo, si corre il rischio che i bambini si focalizzano solamente su quello che al momento gli piace di più.

Riguardando le foto dopo qualche tempo potresti accorgerti di una unica tematica ricorrente (edifici, fiori, animali, …). Il ricordo di un viaggio può, ad esempio, risultare molto limitato e focalizzato su un unico soggetto, e questo è sicuramente un peccato.

Abitua quindi i bambini a provare soggetti diversi, non solo quelli all’interno della prorpria “confort zone”.

Trova un punto di interesse

Le fotografie interessanti hanno qualcosa di interessante al loro interno. È una affermazione ovvia, ma molte foto che si vedono nelle riunioni di amici al ritorno di un viaggio non hanno in realtà nulla di interessante.

Una immagine, per essere interessante ha bisogno di un punto di interesse visivo (un punto focale).

Insegna ai bambini a identificare questo punto di interesse è prima di scattare effettivamente la fotografia. Una volta identificato il punto di interesse, si può quindi pensare a come evidenziarlo (cambiando la posizione di scatto, usando lo zoom, ecc.).

Regola dei terzi

Come tutti i fotografi che seguono il corso di fotografia sul Photoblog, la regola dei terzi e la sezione aurea sono due importanti regole che dovrebbero essere conosciute per realizzare delle belle foto.

Anche se non sono così facili da padroneggiare da parte di un bambino (soprattutto la seconda), il messaggio che deve passare è che posizionando il soggetto non al centro dell’inquadratura, spesso il risultato che si ottiene è migliore.

Solamente conoscendo queste regole, si potranno poi violare coscientemente per ottenere delle immagini ancora migliori!

Rivedi insieme a loro le immagini che hanno scattato tuoi bambini

Una cosa che puoi fare per aiutare i tuoi bambini a migliorare drasticamente la fotografia è quella di sedersi al computer con loro dopo che sono stati fuori con la loro macchina fotografica per fare i loro scatti.

Mentre scorri le immagini, sottolinea quello che hanno fatto bene e commenta le cose che potrebbero fare meglio la prossima volta per migliorare i loro risultati.

Presta particolare attenzione agli scatti che fanno bene, poiché ciò darà loro un rinforzo positivo e un’ispirazione per andare avanti con il loro hobby. Ricordati che comunque questa analisi finale non è un esame!

Blocco della messa a fuoco

Una tecnica importante che i bambini faranno bene a imparare è come utilizzare il blocco della messa a fuoco.

Mentre la maggior parte delle fotocamere lavora bene nella messa a fuoco automatica sui soggetti, ci sono momenti in cui i risultati sono scatti che sono fuori fuoco perché la fotocamera non sa quale sia il soggetto principale (in particolare se mettono i soggetti fuori dal centro con la regola di terzi).

Insegna a tuo figlio come premere a metà il pulsante di scatto per mettere a fuoco e quindi per inquadrare lo scatto mentre lo stai ancora tenendo premuto e avranno un’abilità che useranno per sempre!

Diverse modalità per diverse situazioni

Tutte le macchine fotografiche più moderne hanno diverse “modalità di scatto“: ritratto, sport, macro, ecc.

Insegna a tuo figlio che cosa significano queste modalità e quando passare a loro e ne farai un passo più vicino a conoscere come funziona la loro fotocamera e come apprendere le modalità di esposizione manuale (vedi il prossimo punto).

Sapere che situazioni diverse significano che devi usare impostazioni diverse è una lezione importante per i bambini da imparare, in quanto li aiuta a diventare più consapevoli non solo del loro soggetto, ma di cose come la luce, la distanza focale e il movimento del soggetto possono avere un impatto.

Impostazioni di esposizione

Una volta che tuo figlio ha acquisito una buona conoscenza delle tecniche di cui sopra, potrebbe essere il momento di insegnare loro alcune nozioni di base sull’esposizione (questo potrebbe essere un compito per bambini un po’ più grandi).

Imparare a conoscere i tre elementi di ISO, Diaframma e Velocità di scatto è un punto utile per iniziare le tue lezioni e dare loro un’introduzione su come modificare queste impostazioni può influire su una foto.

E tu, cosa insegni ai tuoi figli?

Insegnare la fotografia ai bambini ultima modifica: 2019-05-25T08:00:22+00:00 da Giovanni

Riguardo all'autore

Giovanni

1 commento

Clicca qua per lasciare un commento

  • Ottimo consiglio. Vedere il proprio bimbo che si appassiona a un’arte come quella fotografica (anche se percepita come gioco), non ha prezzo. Anche così si stimola la creatività del bimbo. Grazie

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!