(Grand)Angolo delle ispirazioni

(Grand)Angolo delle ispirazioni – Fotografia di cibo – Settimana 49/2018

fotografia di cibo

La fotografia di cibo è un genere fotografico molto divertente e anche molto creativo.

Se pur estremamente inflazionata a causa dell’avvento degli smartphone che ci permettono di fotografare i piatti che stiamo per mangiare al ristorante, la fotografia di cibo (quella seria) ha diverse applicazioni: deve generare curiosità al potenziale acquirente al supermercato, deve convincere un commensale a mangiare uno specifico piatto al ristorante o attirare l’attenzione di un potenziale lettore di libri di cucina.

La fotografia di cibo unisce la tecnica fotografica al “food styling” ovvero la capacità di preparare un piatto per renderlo attraente. Se mai vi addentrerete in queto genere fotografico, sappiate che nessuna delle foto che vedete sui libri è composta solo di cibo vero, la maggior parte delle fotografie ricorrono a trucchi come usare olio finto che rimane attaccato al cibo, gocce di finta acqua magicamente incollate alla bottiglia o pezzi di plastica usati per realizzare alcune parti della pietanza.

Se non siete interessati ad usare questi trucchi e volete divertirvi con il cibo “vero”, ricordatevi di seguire questi piccoli consigli:

  1. Cercate di usare la luce naturale e non il flash integrato della vostra fotocamera, vi complicherà solamente la vita generando ombre e colori imprevisti.
  2. Usate un treppiede. Non sempre vi capiterà di scattare un piatto a 45 gradi, spesso i piatti rendono meglio se fotografati da sopra e per ottenere un buon risultato vi dovete affidate ad un buon treppiede che abbia la possibilità di mettere la fotocamera in orizzontale, rivolta verso il pavimento.
  3. Evitate piatti troppo raffinati. E’ il cibo che state fotografando e solo questo deve risaltare, il piatto che contiene il cibo deve essere più neutro possibile in modo da non distrarre l’osservatore.
  4. Fotografate il cibo appena cucinato, non aspettate che diventi “vecchio” o freddo (nel caso sia un piatto caldo)
  5. Studiate prima la fotografia di cibo da fare, non limitatevi a fotografare solo la pietanza che avete scelto, cercate di creare una composizione con oggetti che stiano bene nel contesto. Occhio però a non esagerare, il focus principale deve rimanere sulla portata principale, non sul resto!
  6. Aiutate i colori. Se una maionese è troppo bianca mischiatela con qualcosa di giallo (anche vernice). Il vostro obiettivo non è mangiare il cibo ma fotografarlo e renderlo appetibile per la fotografia (non la gola).

Ecco quindi che per questa settimana numero 38/2018 della nuova rubrica del (GRAND)Angolo delle ispirazioni fotografiche vi propongo 10 fotografie di cibo da cui trarre massima ispirazione per i vostri prossimi scatti (o lauti pranzi!). Buona luce a tutti!!!

King mandarins-Citrus reticulata fruits by Thai Thu on 500px.com

 

Asparagus Splash by Drax on 500px.com

 

Mmm...Donuts! by Dina Belenko on 500px.com

 

Meringues by Marina Kuznetcova on 500px.com

 

Red little chillies by Thai Thu on 500px.com

 

Variety of Spanish or Italian cured sausages cut in slices by Anna Ivanova on 500px.com

 

Coffee beans by Klaus Vartzbed on 500px.com

 

Christmas gingerbread houses. Christmas background with gingerb by Anjelika Gretskaia on 500px.com

 

Candlelight by Dan Badiu on 500px.com

 

Hot chocolate with marshmallow and christmas gift by Anna Ozerova on 500px.com

 


(Grand)Angolo delle ispirazioni – Fotografia di cibo – Settimana 49/2018 ultima modifica: 2018-12-09T08:00:18+00:00 da Stefano

Riguardo all'autore

Stefano

Sono un informatico con la passione smisurata per la fotografia, ho fondato il PHOTOBLOG nell'estate del 2016 per cercare di unire la mia passione al mio lavoro.
Ho iniziato per scherzo e ora mi ritrovo, con enorme orgoglio e umiltà, a gestire un sito in continua crescita tra i più visitati in Italia nel suo genere.
Cerco sempre notizie fresche, collaborazioni con fotografi e argomenti che possano essere utili a chiunque si avvicini al fantastico mondo della fotografia.

1 commento

Clicca qua per lasciare un commento

Altre ispirazioni