Consigli utili Droni

Fotografie aeree con droni: consigli per iniziare

Fotografie aeree

La vendita di droni e quadricotteri sta crescendo a dismisura e i prezzi sono sempre più convenienti per tutte le tasche. Questo ha permesso ad aspiranti fotografi e video operatori di ottenere fotografie aeree e videoriprese in precedenza irraggiungibili senza l’uso di un elicottero.

Le fotografie aeree ottenute con un drone sono spettacolari perchè ci offrono una visione completamente differente da quella che siamo abituati a vedere da terra.

La fotografia fatta con i droni è un mondo completamente inesplorato e nuovo che darà grandi soddisfazioni ai fotografi del domani, dando loro la possibilità di far vedere al mondo immagini mai viste prima d’ora.

Ho voluto scrivere questo articolo per aiutarvi ad iniziare a fare fotografie aeree con un drone, vi darò qualche piccolo consiglio che spero potrà tornarvi utile un domani che deciderete d’iniziare a fare fotografie aeree. Partiamo…

Il drone

Per poter effettuare riprese e fotografie aeree abbiamo ovviamente bisogno di un drone. Innanzitutto partiamo dicendo che purtroppo, come spesso accade, in Italia non c’è un regolamento ben chiaro dell’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) riguardo all’uso dei droni. L’unica cosa chiara è che per i droni superiori ad un peso di 25 Kg è obbligatorio avere un patentino speciale ma non è il nostro caso, in questo mini-articolo parleremo solamente di droni classici, utilizzabili da chiunque senza l’uso della patente.

Sul mercato, come per le fotocamere, troviamo droni che vanno da un minimo di 25-30 euro sino a droni di 4000 euro e oltre. I droni da poche decine di euro sono ovviamente sconsigliati. Come tutti gli altri, sono dotati di fotocamera/videocamera ma la qualità è veramente bassa e le vostre fotografie aeree non saranno per nulla buone. Anche per le riprese non andrete oltre ad una risoluzione di 640×320 pixel che è veramente scarsa.

Considerando che oramai quasi tutte le televisioni sono in full HD, di riprese fatte a questa bassa risoluzione non ve ne farete nulla pertanto lasciate perdere i droni giocattolo. Altra cosa a svantaggio dei droni da poche decine di euro è il fatto che la batteria dura pochissimo, non oltre i 5-10 minuti!

Quali droni scegliere quindi? Beh, al momento sul mercato, i droni più venduti sono quelli della DJI, azienda cinese leader da anni nella vendita di droni. In particolar modo i droni migliori al momento sono i DJI Phantom 4 e il DJI Mavic PRO. Entrambi montano una fotocamera con una risoluzione fotografica a 12 megapixel e incredibili riprese a 4K!

Fotografie aeree

Il Mavic Pro è un drone pieghevole ed è ideale per chi viaggia molto e può essere la scelta giusta anche per chi è in cerca del primo drone o per chi non vuole l’ingombro dei modelli più grandi. Il Phantom 4 invece è ideale per chi punta a risultati più professionali: ha una linea di accessori più ampia e una qualità dei filmati superiore e, cosa da non sottovalutare, resistenza al vento maggiore grazie ai motori più potenti (che permettono di superare i 70km/h contro i 65 km/h del Mavic).

Entrambi i droni costano attorno ai 1200-1300 euro che non sono pochi ma vi garantisco che la qualità delle vostre fotografie aeree e delle vostre riprese sarà incredibile!!! Guardatevi su youtube alcuni video fatti con questi droni e capirete subito di cosa stiamo parlando!

Quando fotografare o riprendere

Ora che avete acquistato il vostro primo drone è arrivato il momento di farlo volare per catturare fotografie aeree spettacolari. Come nella fotografia fatta con le classiche macchine fotografiche manuali, anche nella fotografia aerea il momento migliore per ottenere ottimi scatti è quella che viene chiamata l’ora d’oro, ovvero l’ora che viene dopo l’alba o quella che viene prima de tramonto. Scegliete un bel posto in mezzo alla campagna, portate il vostro drone a 50 metri di altezza e iniziate a scattare.

Fotografie aeree

Se scattate durante una giornata di sole avrete l’unico inconveniente di non vedere bene il live-view sul vostro smartphone o tablet. Questi droni vengono pilotati da APP installate sui vostri telefoni e vi daranno l’effettiva visuale del drone come se ci foste sopra. Se c’è troppo sole non riuscirete a vedere bene cosa il drone sta inquadrando col rischio di sbagliare lo scatto o ancor peggio di pilotare male il veivolo, cercate se possibile una zona d’ombra o portatevi dietro un ombrello per proteggervi dal troppo sole.

Al contrario, se state fotografando in una giornata buia e nuvolosa potreste avere l’inconveniente di fare fotografie aeree piene di rumore dovuto all’alta sensibilità ISO impostata in automatico dalla fotocamera del drone.

Fotografie aeree

Altro consiglio, non fate MAI volare il vostro drone durante una giornata con forte vento per 2 motivi ben precisi. Il primo motivo è che, nonostante il drone abbia dei sensori che lo stabilizzano, il forte vento lo renderà instabile e le vostre fotografie aeree saranno tutte decisamente mosse. Il secondo motivo (e anche il più importante) riguarda la sicurezza: il vento potrebbe rendere instabile il vostro drone e farlo schiantare al suolo! Nella migliore delle ipotesi avete buttato via 1200 euro ma nella peggiore delle ipotesi c’è da fare dei danni seri alle persone per cui lasciate in casa il drone se c’è vento!

Dove fotografare o riprendere

Dove fotografare dipende ovviamente da quello che vorrete ottenere dalle vostre fotografie aeree. Volare e scattare immagini in cima a montagne, sopra fiumi o laghi sono tutte opzioni interessanti, la vostra fantasia sarà il vostro unico limite!

Attenzione però al regolamento ENAC sull’uso dei droni, se non rispettato potrebbe portarvi a multe decisamente salate. Meglio non rischiare. Cercate di NON volare mai sopra ad altre persone per non correre rischi, state lontani da centri abitati e se proprio volete fare fotografie aeree di una zona abitata, chiedete il permesso alle persone che ci vivono, non è bello vedersi arrivare a casa una denuncia per violazione della privacy.

Il mio consiglio è quello di stare più lontano possibile da tutto e tutti, andatevene in campagna aperta o sulla cima di una montagna. Catturerete fotografie aeree che saranno mervigliose!

Fotografie aeree

Studiate il drone prima di farlo decollare

Questo è un consiglio che do anche quando qualcuno acquista una nuova fotocamera. Capisco che appena acquisterete il vostro primo drone avrete la smania di farlo volare ma non è un giocattolo. Leggetevi prima tutte e istruzioni e accendete in casa il drone senza le eliche per evitare il decollo accidentale.

Oltre a dover imparare a pilotarlo (lo potete fare solo all’aperto) dovrete anche imparare bene ad usare la fotocamera per le vostre fotografie aeree e le riprese. Nei droni citati prima ci sono diverse opzioni che devono essere conosciute. C’è la possibilità di cambiare tipo d’immagine scattando, per esempio, in HDR. C’è la possibilità di effettuare riprese nel quale il drone segue un particolare soggetto in movimento in totale autonomia.

Fotografie aeree

Ci sono tante piccole opzioni sia per quanto riguarda le fotografie che per le riprese che è bene impararle tutte a memoria prima di far decollare il vostro drone!

Spero che questi piccoli suggerimenti possano esservi d’aiuto per iniziare a scattare fotografie aeree con droni. Se avete ancora dei dubbi non esitate a contattarmi, se volete gustarvi le migliori fotografie aeree riprese da droni nel 2016 non perdetevi questo articolo.

Fotografie aeree con droni: consigli per iniziare ultima modifica: 2017-03-16T23:33:36+00:00 da Stefano
offerte amazon

2 Commenti

Clicca qua per lasciare un commento

  • Ciao, io ti devo fare davvero i complimenti per tutto quello che sto leggendo.. Sono incappata solo oggi in questo tuo pozzo di informazioni e sto trovando solo cose interessanti ed utili, grazie! Manuela

    • Grazie mille Manuela delle tue bellissime parole. Sto cercando di fare il possibile e l’appoggio dei lettori del blog come te non fa altro che incentivarmi a fare sempre di più e sempre meglio.
      Grazie ancora, a presto!

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!