Consigli utili

Fotografia naturalistica: i 7 errori da evitare!

Ti piace fare fotografia naturalistica?

Primavera ed estate, per la varietà di soggetti che puoi facilmente trovare dono le stagioni adatte per iniziare a dedicarsi alla fotografia naturalistica. Inoltre, grazie alla temperatura gradevole, è molto facile trovarci all’aperto e provare a fotografare quello che la natura presenta davanti ai nostri occhi: un fiore, un paesaggio, …

Per fare una bella foto, non è necessario avere della attrezzatura avanzata (anche se questo innegabilmente aiuta, ci sono immagini che senza l’attrezzatura adatta non riuscirai mai a riprendere), a volte è sufficiente la fotocamera di un cellulare.

Basta un po’ di accortezza, oltre che a un bel soggetto.

Vediamo quali sono i 7 errori della fotografia naturalistica in cui è facile cadere senza neppure farci troppo caso.

1. Riprese in condizioni illuminazione non corretta

L’errore più facile da cogliere è senza dubbio quello di scattare con una illuminazione sbagliata. Una buona luce è assolutamente essenziale per una buona fotografia naturalistica. In effetti, direi che senza una buona luce non puoi ottenere una buona foto. Potresti avere la configurazione perfetta, la composizione perfetta e le impostazioni perfette … solo per rovinare lo scatto con luce errata.

Quali sono le due condizioni più comuni di luce errata?

Il duro sole di mezzogiorno ti rovinerà quasi sempre i tuoi scatti. Il sole di mezzogiorno non fa bene alla fotografia naturalistica! E in secondo luogo, scattare in condizioni di scarsa luminosità, in qualsiasi momento della giornata. A meno che non stai utilizzando un treppiede, i tuoi scatti diventeranno sgranati o sfocati, cosa che sicuramente non vorrai.

In condizioni di scarsa illuminazione, poi, i tempi di scatto saranno abbastanza alti. Anche se stai utilizzando un treppiede, è sufficiente un piccolo alito di vento per far muovere il tuo soggetto e rovinare cosi la tua foto.

Il che pone la domanda: quale può essere una buona luce? Ti consiglio di fare fotografia naturalistica in due momenti principali. In primo luogo, puoi catturare alcune fantastiche fotografie naturalistiche sotto cieli nuvolosi.

La luce nuvolosa è particolarmente adatta alla fotografia che coinvolge il colore perché le nuvole diffondono la luce e saturano i colori. In secondo luogo, puoi sempre contare sull’ora d’oro, che è calda, meravigliosa e, ovviamente, dorata. È perfetto per catturare quella foto straordinaria, irripetibile.

2. Ripresa del soggetto da un’altezza in piedi

Ecco un altro errore comune di fotografia naturalistica: non prestare attenzione all’angolo di scatto (per esempio fotografare in piedi un soggetto come un fiore sul terreno).

Ciò è particolarmente problematico nella fauna selvatica e nella macrofotografia, dove lo scatto verso il basso trasmette un senso di dominanza e separazione. Invece di scattare verso il basso, cerca di essere all’altezza del soggetto. In questo modo, lo spettatore si sentirà molto più connesso, come se fossero nello stesso mondo del soggetto.

E non scattare da una sola angolazione. Prova a sperimentare con diverse possibilità e prendi nota del modo in cui un diverso angolo si traduce in una foto di natura diversa. Questo è un ottimo modo per uscire da un solco creativo: imponi a te stesso di riprendere un soggetto da un angolo che non hai mai usato prima. Sdraiati a terra e scatta verso l’alto!

3. Utilizzo di uno sfondo leggermente disordinato

Nella fotografia naturalistica, lo sfondo è assolutamente essenziale. Se non includi lo sfondo perfetto, le tue foto non stupiranno lo spettatore. E uno degli errori più facili da fare è usare uno sfondo disordinato.

Devi fare tutto il possibile per evitare il caos. Invece, è necessario produrre uno sfondo il più semplice possibile: Colore uniforme, Nessuna distrazione, Nessuna linea o forma che portano lo sguardo lontano dal tuo soggetto.

Il tuo obiettivo è far risaltare il tuo soggetto. E per farlo, devi eliminare tutto ciò che non è necessario nello sfondo. Devi includere solo gli elementi essenziali.

Se stai fotografando in casa, questo errore è ancora di più imperdonabile. Assicurati di non includere parti dell’arredamento di casa (se non funzionali alla foto)!

4. Fotografare soggetti di bassa qualità

Una volta trovato un soggetto … controlli per assicurarti che non sia danneggiato, sporco o di scarsa qualità? È così facile dimenticare questo passaggio. Eppure è fondamentale catturare una splendida foto naturalistica. Ti consiglio di fare sempre una rapida valutazione del tuo soggetto.

Se è un fiore, allora ti devi chiedere: Ci sono difetti o buchi? Ci sono punti di sporco o fango? Ci sono degli insetti nel centro del fiore (a meno che non siano funzionali all’immagine)?

Che ne pensi dell’immagine qui sotto? Avresti tagliato qualcosa?

Se è un paesaggio, pensa a: ci sono edifici o manufatti che disturbano la scena? Il soggetto in primo piano è danneggiato? La tua valutazione non ha bisogno di essere approfondita. Dovresti solo trascorrere abbastanza tempo per essere certo che il tuo soggetto sia in buona forma.

5. Non includere un punto di messa a fuoco nelle tue composizioni

Questo è un altro modo veloce per rovinare una grande foto naturalistica. Perché fondamentalmente, ogni composizione deve avere un punto di messa a fuoco. Con questo, intendo che devi includere un argomento. Qualcosa su cui gli spettatori possono aggrapparsi. Il soggetto può essere quello che vuoi (purché sia lì!).

Se stai girando paesaggi, prova a includere un soggetto sia in primo piano che sullo sfondo. Idealmente, il soggetto in primo piano porterà l’occhio sullo sfondo. Se stai fotografando la natura, il tuo soggetto è praticamente garantito.

Assicurati solo di sottolineare la natura selvaggia nella tua foto! E se stai scattando foto macro, assicurati che un aspetto del soggetto sia nitido, in modo che gli occhi dello spettatore si direzionino ad esso.

6. Riprendere scene a basso contrasto

Questo errore è un po’ più avanzato, ma comunque importante da tenere a mente. Quando fai fotografia naturalistica, dovresti sforzarti di evitare scene a contrasto ultra-basso.

Per “scene a basso contrasto”, mi riferisco a quelli con variazioni di tonalità molto piccole (cioè luci e ombre) e colori. Una scena a basso contrasto potrebbe essere quasi completamente bianca. Oppure potrebbe essere interamente rosso, blu o nero.

Qual è il problema con le scene a basso contrasto? La mancanza di contrasto fa sì che ogni elemento si mescoli. Quindi nessun singolo elemento si distingue e la foto diventa noiosa.

Che è esattamente quello che vuoi evitare. Cerca invece le scene in cui il soggetto si apre sullo sfondo. E cerca le scene in cui hai delle belle ombre e delle belle luci.

E’ possibile utilizzare scene a basso contrasto per un effetto artistico. Ma devi farlo deliberatamente, ed è estremamente facile fare errori. Quindi ti consiglio di attenersi a scene ad alto contrasto.

7. Non post-elaborare le tue foto naturalistiche

Ci sono tre aspetti fondamentali di ogni foto di natura: Luce, Composizione, Post produzione.

Se riesci a fissare tutte e tre queste cose, allora sei pronto. Le tue foto saranno stupende. Abbiamo già parlato della luce e di come dovresti sparare durante le ore d’oro.

Abbiamo già parlato della composizione e di come includere un punto di attenzione. Ma non abbiamo parlato della post-elaborazione. Senza la post-elaborazione, le tue foto naturalistiche non risalterebbero.

Perché il montaggio è ciò che aggiunge quel tocco finale, quell’ultimo tocco di brillantezza, alla tua fotografia naturalistica. Ora, non devi fare molto editing.

Ma ci sono alcune cose che consiglio di fare ad ogni foto: Controlla l’esposizione. È particolarmente comune avere le tue foto sottoesposte. Quindi assicurati che le ombre nella tua foto siano ancora belle e dettagliate.

Controlla il contrasto. In generale, consiglio di aumentare il contrasto delle foto naturalistiche. Questo dà un tocco in più e aiuterà le tue immagini a risaltare. Controlla la saturazione. Anche se è facile esagerare con questo passaggio, un po’ di saturazione può fare molto.

Vuoi che i tuoi colori appaiano profondi, ma naturali.Se riesci a seguire questi tre passaggi, la tua fotografia naturalistica sarà molto più bella.

Conclusione

Ora dovresti sapere tutto su questi sette errori della fotografia naturalistica. E ora sei pronto a evitarli! Come sempre, la chiave è essere consci di quello che si sta facendo e mantenere elevata l’attenzione.

Forse potrebbe essere necessario, almeno le prime volte, creare una lista di controllo. Poi, quando stai fotografando sul campo, assicurati che nessuno di questi eventi si verifichi e la tua fotografia risulterà migliore che mai.

Fotografia naturalistica: i 7 errori da evitare! ultima modifica: 2019-07-16T07:00:41+00:00 da Giovanni

Riguardo all'autore

Giovanni

Lascia un commento a questo articolo

Clicca qua per lasciare un commento

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!