Consigli utili

Fotografia di paesaggi: 7 errori da non fare

Fotografia di paesaggi

Tutti facciamo errori quando fotografiamo. Ovviamente, tanto più siamo alle prime armi, i nostri errori aumentano.

Apprendere dai propri errori è efficace, ma anche osservare il lavoro degli altri è utile in quanto ci permette di approfondire innumerevoli errori che non si sarebbe mai venuto in mente di provare!

Vediamo quindi quali sono i sette errori più comuni nella fotografia di paesaggi e come possiamo evitarli:

#1 – Includere elementi di distrazione

Le distrazioni sono tutti quegli elementi nella foto che allontanano l’attenzione dello spettatore. Fortunatamente, non è così difficile risolvere questo problema, devi solo esserne consapevole e cercarlo.

Guarda la foto qui sotto: se il tuo obiettivo sono le colline sullo sfondo, la presenza del cartello a sinistra è una distrazione e devi cercare di non includerlo nello scatto.
Fotografia di paesaggi
Spesso è molto più facile intervenire prima di scattare, cambiando ad esempio di poco la propria posizione o angolazione, che intervenire in post produzione.

A volte invece la presenza di un cartello da una indicazione precisa sui tempi e luoghi in cui è stata scattata la foto o è un preciso punto di fine o inizio delle linee di fuga. In tal caso, includerlo può essere meglio. Sta a te aver ben chiaro quello che vuoi ottenere.

#2 – Troppa preoccupazione alla tecnologia

Un altro errore che molti principianti (e anche fotografi esperti) fanno, non è di preoccuparsi di scattare la foto, ma di regolare i troppi parametri della macchina fotografica.

Se sei appena agli inizi, le impostazioni della tua fotocamera potrebbero sembrare un po’ complicate e probabilmente dovrai dedicare molto tempo e fatica a pensarle e a impostare tutto.
Fotografia di paesaggi
Per questo motivo, come già indicato nell’articolo relativo alla fotografia di viaggio, MAI iniziare una sessione fotografica senza conoscere al meglio la propria attrezzatura.

Le regolazioni devono diventare più o meno automatiche. Dobbiamo rimanere concentrati sulla composizione dell’immagine piuttosto che su rotelle e ingranaggi!

Se vuoi imparare le tecniche di composizione da un grande insegnante, ti consiglio i due libri qui sotto:

Una DLSR di alta gamma restituisce sicuramente una immagine migliore. Ma a volte hai solo bisogno di concentrarti sulla luce, sulla composizione e sul mondo che ti circonda e dimenticare impostazioni e equipaggiamento. Ecco perché a volte è bene tornare alle origini e scattare semplicemente con il tuo telefono o la tua vecchia fotocamera.

#3 – Ignorare la luce

La luce e le ombre aggiungono molto alla foto e in effetti creano la foto. La luce aiuta a mettere in risalto alcuni elementi e può davvero fare la differenza.
Fotografia di paesaggi
Quindi, ricordati di apprezzare l’illuminazione, osservala e pensa a come può migliorare le tue immagini.

#4 – Utilizzare il meteo come una scusa

L’abbiamo fatto tutti , uscire sotto la pioggia, la neve o il vento non è bello. Ma la verità è che puoi scattare foto sorprendenti in qualsiasi condizione atmosferica e gli elementi possono aggiungere movimento e drammaticità alle tue immagini.
Fotografia di paesaggi
Se un giorno è nuvoloso e opaco, puoi sempre utilizzarlo per scattare ritratti, la luce è diffusa e non crea ombre dure sui tratti del volte.

Inoltre, i giorni di pioggia possono essere un ottimo momento per riprendere strade o paesaggi a causa dei riflessi che non si vedono in una giornata di sole. Semplicemente, cerca di sfruttare al meglio le condizioni meteorologiche e trasformarle in tuo vantaggio.

#5 – Rimanere poco tempo in un luogo

Quando vai in un posto, non limitarti a scattare una serie di fotografie e poi muoverti immediatamente in un luogo differente. Invece, resta lì per un po’ di tempo.

Siediti, goditi il panorama e bevi il tuo caffè dopo aver scattato gli scatti che hai pianificato. Mentre il giorno passa e la luce cambia, anche le stesse scene appariranno diverse.
Fotografia di paesaggi
Quindi, non visitare molte località in un solo giorno. Piuttosto sceglierne uno, passaci un po’ di tempo e cerca di trarne il meglio.

#6 – Non predisporre la fotocamera correttamente

Non incolpare la tua fotocamera e le sue impostazioni se non riesci a fare buone fotografie. La maggior parte delle volte, i tuoi scatti non saranno buoni a causa tua. Forse non ti sei posizionato correttamente o non hai scelto le giuste impostazioni.
Fotografia di paesaggi
Ad esempio, non è colpa della fotocamera se hai dimenticato di cambiare ISO quando volevi scattare un tramonto o quando passi da un esterno luminoso a un interno buio o viceversa.

In ogni caso, concentrati su ciò che puoi fare per sfruttare al meglio la tua fotocamera e le tue capacità.

#7 – Non post produrre le tue foto

L’errore finale che molti principianti fanno, non solo nella fotografia di paesaggi ma in tutti i generi fotografici, è non investire abbastanza tempo nel modificare le loro foto. La paura è quella di pensare che passare molto tempo alla post produzione avrebbe reso la foto eccessivamente modificata, irreale e finta. Ma questo non è necessariamente il caso.
Fotografia di paesaggi
Il trucco è di dedicare un po’ di tempo a sfruttare al meglio le tue immagini e correggere le imperfezioni, ma facendole rimanere ancora naturali.

E tu? Fai qualcuno di questi errori? O l’hai fatto quando eri un principiante?

Se vuoi approfondire il tema della fotografia di paesaggi, allora ti possono interessare i seguenti libri:

Fotografia di paesaggi: 7 errori da non fare ultima modifica: 2018-12-19T07:00:26+00:00 da Giovanni

Riguardo all'autore

Giovanni

Lascia un commento a questo articolo

Clicca qua per lasciare un commento

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!