Consigli utili

Esposizione corretta: una mini guida su come ottenerla – Parte 2

Questa è la seconda parte delle considerazioni relative all’esposizione e su come ottenere foto esposte correttamente.

Se non hai letto la prima parte (che parla di come non sacrificare la tua creatività, pur di ottenere immagini con una esposizione teoricamente corretta e un bel istogramma a campana), la puoi trovare qui.

Sembra ovvio, ma la cosa più importante per un fotografo è identificare il soggetto. Solo fatto questo, potrai andare a gestire la tua esposizione.

I fattori che vanno ad influenzare come la tua fotografia è esposta sono:

  • Punto di vista 
  • Scelta dell’obiettivo 
  • Tempismo 
  • Interpretare la luce 
  • Impostazioni dell’esposizione

Molti fotografi, in realtà, quando si parla di esposizione, si limitano a considerare solamente le impostazioni della macchina fotografica.

Proprio per questo ho messo, volutamente, le impostazioni come ultimo punto in modo che, prima di passare alla gestione della macchina, hai tempo di concentrarti sugli altri fattori che influiscono sulle tue scelte di come esporre.

Punto di vista: come influenza l’esposizione

La posizione in cui scegli di scattare la foto può influire in modo significativo sulla tua esposizione.

La luce è dietro di te? Dietro il tuo soggetto? Di lato?

Modificando la tua posizione puoi gestire ciò che vedi sullo sfondo e come questo influisce sulla quantità di luce che entra nell’obiettivo.

Se il tuo sfondo è molto luminoso, potresti dover utilizzare il flash di riempimento sul tuo soggetto in modo che non risulti sotto esposto.

Modificando la tua posizione o includendo meno parte luminosa dello sfondo, il flash di riempimento potrebbe essere non più necessario.

Scelta dell’obiettivo

La composizione è in parte regolata dalla scelta dell’obiettivo.

L’uso di un teleobiettivo include meno sfondo. In tal modo, è possibile limitare più facilmente le fonti di luce e le aree luminose della composizione.

Con una lente più ampia, è più probabile che si includa più cielo o altre aree luminose che possono avere un certo effetto sulla tua esposizione.

Tempismo

Anche il momento che scegli di fare la tua fotografia può influenzare la tua esposizione.

Può significare aspettare che il sole si trovi in un posto diverso nel cielo per una foto di paesaggio. Oppure potrebbe essere necessario calcolare quando premere il pulsante di scatto per evitare i fari luminosi di un’auto che passa. Il tempismo per le foto dell’ora blu è particolarmente importante.

Devi aspettare che la luce ambientale si equilibri con qualsiasi altra fonte di luce che hai nella tua cornice.

Interpretare la luce

Per poter impostare la tua esposizione devi usare un esposimetro o lasciare che la tua fotocamera faccia i calcoli e le impostazioni per te. Lasciare questa scelta completamente alla tua fotocamera è raramente la migliore, dato che la tua fotocamera non sa cosa stai fotografando.

Il rischio è che le tue foto manchino potenzialmente di creatività.

La tua fotocamera ha un’incredibile intelligenza artificiale integrata, ma non può vedere il tuo modo di vedere e discernere quale sia il tuo soggetto principale.

In una modalità automatica, la fotocamera ha il completo controllo. Non puoi quindi utilizzare la compensazione dell’esposizione o impostare manualmente la fotocamera per assumere il controllo della tua esposizione.

Uno dei modi più semplici per leggere la luce è usare il live view e guardare il tuo monitor. Alcune fotocamere non hanno questa funzionalità, quindi è necessario consultare il manuale e fare alcuni test per scoprire se è possibile utilizzare questo metodo.

Il controllo dell’esposizione con live view funziona quando la fotocamera è impostata sulla modalità manuale. È facile osservare i valori della luce sul monitor mentre modifichi apertura, velocità dell’otturatore e ISO.

Si consiglia di utilizzare questo metodo insieme al proprio istogramma in modo da poter verificare se si verificano eventi di distorsione (ad. esempio dei colori).

Quando c’è elevato contrasto nella scena, è bene prendere una lettura spot direttamente dal soggetto. Questo ti fornirà le informazioni specifiche sulla luce che viene riflessa dalla parte più importante della tua composizione.

Impostazioni dell’esposizione

Una volta che hai  accertato in che modo la luce sta influenzando la tua composizione, devi impostare la tua esposizione.

Potresti decidere che il soggetto sarà ben esposto impostando l’apertura, la velocità dell’otturatore e l’ISO in modo che il misuratore visualizzi zero. Potresti preferire che venga letto sovraesposto o sottoesposto, a seconda del valore del tono del soggetto e della tua espressione creativa.

Quando il soggetto è molto scuro o molto chiaro, è possibile modificare le impostazioni di esposizione per compensare.  Devi decidere il tono che vuoi che abbia il tuo soggetto principale.

Vuoi un soggetto chiaramente esposto? Sembrerà meglio se sembra più luminoso di quanto sia in realtà? Vuoi una silhouette? Devi fare una rappresentazione assolutamente fedele e tecnica del tuo soggetto o devi dare una sensazione differente?

Prova e vedi di persona come cambia l’esposizione

Trova un soggetto bianco o nero da fotografare. Fai una lettura spot e imposta la tua esposizione in modo che il contatore sia a zero. Scatta una foto. Ora, per un soggetto nero, modifica le impostazioni in modo che la misurazione spot indichi che sono due stop sottoesposte.

Per un soggetto bianco, imposta le tue impostazioni in modo che siano presenti due stop sovraesposti. Quale fotografia è più attraente? La foto “correttamente” esposta o la foto sotto o sovraesposta?

Conclusione

La sperimentazione è sempre una buona cosa quando l’illuminazione e il materiale sono difficili. Se non sei sicuro al 100% di avere un’esposizione perfetta, prova a creare una serie di foto ogni volta che puoi.

Modifica le impostazioni del diaframma e / o della velocità dell’otturatore tra ciascuna esposizione. Non apportare enormi cambiamenti in queste impostazioni, ma abbastanza per avere alcune opzioni da considerare quando si tratta di post-elaborarle.

Esposizione corretta: una mini guida su come ottenerla – Parte 2 ultima modifica: 2019-06-04T12:00:54+00:00 da Giovanni

Riguardo all'autore

Giovanni

Lascia un commento a questo articolo

Clicca qua per lasciare un commento

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!