Consigli utili

5 errori che puoi fare nella fotografia di viaggio.

errori fotografia di viaggio

Se hai già letto il nostro post su come pianificare un viaggio fotografico nei minimi dettagli, allora sei pronto a partire.

Vediamo allora quali sono i principali errori che puoi fare quando sei arrivato sul posto.

Questi errori possono compromettere il risultato del tuo viaggio fotografico o anche farti passare cinque minuti intensi con le autorità e la legge!

Errore n. 1: non essere a conoscenza delle sensibilità delle persone e delle leggi del luogo

Quando viaggi in un altro paese è facile dimenticare che le persone possono vedere certe cose in modo diverso da te.


Ad esempio, in Asia, vedrai le iscrizioni nei templi che ti chiedono di non fare foto. Quindi dovrebbe essere abbastanza ovvio che farlo potrebbe causare offesa. Del resto anche in Italia, in molte chiese, è proibito disturbare le funzioni religiose scattando foto indiscriminatamente.

Se sei incerto su come comportarti, chiedi. In genere la gente, se vede che sei uno straniero rispettoso della loro cultura, è molto disponibile ad aiutarti.

Altre proibizioni non sono così ovvie o chiaramente indicate.

In Spagna, la legge vieta ai fotografi di scattare foto di persone in pubblico senza permesso, a meno che non partecipino a un evento culturale come un festival. Se vuoi creare una foto di strada di qualcuno, come ad esempio un artista di strada, è meglio fermarlo e chiedere il permesso. In questo modo ti proteggi e ti tieni fuori dai guai con la polizia.

A Parigi è vietato prendere foto per usi commerciali di alcuni edifici pubblici come la Piramide del Louvre. Se hai una macchina fotografica con un look “troppo professionale”, preparati ad essere interrotto da qualcuno della sicurezza che ti chiederà informazioni.

Allo stesso modo, mentre la Torre Eiffel è liberamente fotografabile, il gioco di luci che la avvolge è protetto da copyright.

In molti paesi, gli edifici pubblici non possono essere fotografati. Stai quindi attento se ti trovi vicini a stazioni della polizia, strutture militari, aeroporti, stazioni ferroviarie o della metropolitana, … Anche in questo caso è meglio chiedere o evitare di fotografare.

Qualche tempo fa in Grecia alcuni turisti sono stati arrestati per spionaggio, semplicemente perché fotografavano durante un air-show all’interno di una base militare! Evitiamo di passare qualche ora o giorni nelle “patrie galere”!

Errore 2: essere irrispettosi verso le persone locali

Quando viaggi in un posto nuovo, specialmente in un posto esotico per te, è facile trattare le persone come se fossero lì per farsi fotografare da te, come comparse colorate in una scena di un film.

Non è vero, ed è irrispettoso e scortese agire come se lo fosse. Immagina come ti sentiresti se venisse qualcuno proveniente da un altro paese provasse a scattare foto mentre della tua vita quotidiana, senza considerare te e i tuoi sentimenti.

Ad esempio in India, la gente è generalmente ben disposta, ma spesso richiede un corrispettivo in denaro per lasciarsi fotografare.

Una parte del problema è sicuramente dovuta alla lingua: in Cina, ad esempio, soprattutto fuori dalla grandi città o nei quartieri meno commerciali, è difficile trovare qualcuno che parli inglese o altre lingue che non sia il cinese.

Sforzarsi a comunicare predispone comunque sempre la gente a essere ben disposta!

Cerca quindi di essere aperto alla cultura locale e non giudicarla solo con la lente della tua.

Errore n. 3: non mettere la sicurezza al primo posto

Un altro errore molto grave, nonché fonte di pericoli, è dimenticare di occuparsi della propria sicurezza personale o di non prendere le dovute precauzioni per proteggere i propri attrezzi dal furto.

La maggior parte dei fotografi viaggia nella maggior parte dei luoghi senza problemi di sicurezza, ma c’è sempre la possibilità che qualcosa vada storto, specialmente se non ci si preoccupa della sicurezza personale e della sicurezza della fotocamera e delle apparecchiature informatiche. Alcuni paesi sono sicuri, altri possono essere pericolosi, quindi assicuratevi di fare le vostre ricerche in anticipo e prendere tutte le precauzioni appropriate.

Occasione -43%
Cintura portasoldi da viaggio e running di Nomalite | Marsupio nero porta documenti sottile per uomo e donna. Invisibile, nascosta, antifurto RFID con 3 tasche iphone/mp3. Ideale per palestra, bici.
26 Recensioni
Cintura portasoldi da viaggio e running di Nomalite | Marsupio nero porta documenti sottile per uomo e donna. Invisibile, nascosta, antifurto RFID con 3 tasche iphone/mp3. Ideale per palestra, bici.
  • VIAGGIA SENZA PREOCCUPAZIONI. Quasi invisibile sotto i vestiti, la cintura portasoldi di Nomalite ha cinghie extra-resistenti. La tecnologia blocca RFID proteggerà i dati di carte di credito e passaporti dai furti con tecnologia contactless.
  • I TUOI OGGETTI, FACILMENTE ACCESSIBILI. I tre scompartimenti massimizzano l'accessibilità ai tuoi oggetti. Cellulare, soldi, carte, chiavi e biglietti sono accessibili in modo sicuro intorno alla tua vita, grazie a scompartimenti con cerniere e nappe.
  • COMODO E NOMADE AL 100%. A contatto con la pelle, il retro in tessuto traspirante accarezza delicatamente la pelle, prevenendo sudore e irritazioni. Per il lato frontale, il nylon 300D antistrappo e la struttura impermeabile sono progettati per resistere agli sconvolgimenti della vita nomade.
  • CAPACITÀ EXTRA-LARGE. Dici addio alle tasche piene! Lo scompartimento principale può contenere fino a 6 passaporti o 2 smartphone, mentre le altre due tasche conterranno monete, chiavi, banconote, carte e biglietti.
  • LAVABILE IN LAVATRICE. Non perdere tempo a ripulire la cintura portasoldi dalle macchie. Tienila perfettamente pulita mettendola in lavatrice 2-3 volte l'anno.

Ad esempio, andare in solitaria nelle favelas di Rio o nelle township intorno alle città sud africane può essere una mossa molto azzardata. In questo caso è meglio rivolgersi a agenzie autorizzate che organizzano le suddette visite in sicurezza.

Una buona polizza assicurativa di viaggio che copra il tuo equipaggiamento ti aiuterà a rassicurarti se succede il peggio.

Errore n. 4: prendere troppa attrezzatura

Abbiamo visto tutti il tipo di fotografo che gira con una grande fotocamera dSLR e teleobiettivo, forse anche due, che oscilla da una parte.
All’altro estremo ci sono i fotografi che viaggiano con una sola fotocamera e un obiettivo.

Non c’è niente di sbagliato nel portare molta attrezzatura. I professionisti spesso prendono molti obiettivi in modo da coprire qualsiasi situazione possano incontrare. Ma ci sono un paio di cose che vale la pena considerare.

Il primo è che una grande combinazione di fotocamere e obiettivi è un obiettivo ovvio per il furto. Le fotocamere più piccole attirano meno attenzione e non sembrano costose.

L’altra considerazione è creativa. Troppa attrezzatura è pesante da portare in giro e puoi perdere tempo cercando di decidere quale combinazione obiettivo / telecamera usare.

La chiave è pensare in anticipo all’argomento che intendi fotografare e a quale attrezzatura avrai bisogno. Se ti piacciono le fotografie a lunga esposizione, ad esempio, avrai bisogno di un treppiede, di un cavo di controllo remoto e di filtri a densità neutra.

Se stai fotografando delle persone, devi decidere quali obiettivi utilizzare per i ritratti. Se stai fotografando l’architettura locale, probabilmente avrai bisogno di un buon obiettivo grandangolare. Se hai intenzione di camminare per tutto il giorno scattando foto di strada, una piccola fotocamera e un obiettivo sono molto meno faticosi di una DSLR di grandi dimensioni con uno zoom teleobiettivo.

In definitiva, devi trovare il giusto equilibrio tra prendere abbastanza attrezzatura per soddisfare le tue esigenze e prenderne troppa. Ricordati in ogni caso che tutta l’attrezzatura che porterai con te la dovrai portare sulle spalle. In questo caso considera uno zaino fotografico comodo da portare.

Beschoi 813010001- Zaino per Fotocamera Professionale , Borsa Foto Impermeabile Porta Reflex Laptop Canon Nikon Treppiede Accessori, Taglia L
183 Recensioni
Beschoi 813010001- Zaino per Fotocamera Professionale , Borsa Foto Impermeabile Porta Reflex Laptop Canon Nikon Treppiede Accessori, Taglia L
  • Misura perfetta per una Reflex compatta, o mirrorles, 5-6 obiettivi, flash speedlite, treppiede.
  • Può contenere un 13" MacBook Air o un 12,9" iPad Pro.
  • L'inserto estraibile imbottito interno consente la massima flessibilità dello spazio grazie ai divisori regolabili.
  • Contiene una grande quantità di attrezzi e effetti personali essenziali.
  • Schienale e spallacci traspiranti per il massimo comfort e supporto, con il peso di solo 1,05kg.

Inoltre, se la sicurezza è un problema, prendi in considerazione la possibilità di lasciare a casa i tuoi articoli più costosi.

Errore n. 5: non fare abbastanza ricerche

Se c’è un errore che collega tutti gli altri, è questo: non fare abbastanza ricerche. Fare ricerche è importante perché ti rende consapevole delle leggi locali o delle sensibilità culturali che devi conoscere (errore n. 1).

Come parte della tua ricerca, potresti metterti in contatto con le persone locali (errore n. 2) che possono darti consigli o aiutarti ad accedere a luoghi o eventi che altrimenti non sapresti mai.

La ricerca ti avvisa di eventuali considerazioni sulla sicurezza (errore n. 3). A questo scopo molto utili sono i siti del Ministero degli Affari Esteri: Viaggiare Sicuri (che fornisce informazioni aggiornate sui vari paesi) e Dove Siamo Nel Mondo (che aiuta ad essere rintracciati in caso di eventi imprevisti, quali calamità naturali).

La ricerca, ti aiuta a decidere quali attrezzatura devi prendere ed evitare il sovraccarico causato dal prenderne troppa (errore n. 4).

In altre parole, fare la tua ricerca è un elemento chiave per evitare gli errori commessi da molti fotografi di viaggio.

Quali errori hai visto fare agli altri fotografi? Quali errori hai fatto tu stesso?

5 errori che puoi fare nella fotografia di viaggio. ultima modifica: 2019-01-04T08:30:00+00:00 da Giovanni

Riguardo all'autore

Giovanni

Lascia un commento a questo articolo

Clicca qua per lasciare un commento

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!