Consigli utili

Connettersi con il soggetto è importante per la riuscita di una fotografia

Connettersi con il soggetto è importante per la riuscita di una fotografia. Fotografo e soggetto non sono due entità separate, ciascuno trasferisce nell’immagine un po’ di se stesso. E’ importante che questa connessione “venga fuori” nell’immagine per evitare di ottenere una foto sì bella ma senza anima.

Per un fotografo, soprattutto se alle prime armi, può essere difficile far emergere questa connessione, impegnato com’è a “connettersi” con la macchina fotografica (in particolare se nuova, per questo mai fare viaggi o nuovi progetti con una fotocamera che si pensa solamente di conoscere senza conoscere in realtà come questa opera!). Le impostazioni sono certamente importanti: sbagliare composizione e settaggi della macchina fotografica impedisce certamente di realizzare una bella foto.

Ma i tecnicismi, e la capacità di dominarli, sono solo una parte del risultato finale. Una fotografia è più di una immagine ben inquadrata e ben esposta. In una fotografia entrano anche la tua esperienza, il tuo stato d’animo e la tua connessione con il soggetto. E questi sono fattori unici!

Nessun’altra persona può vedere il mondo nel medesimo modo in cui lo vedi tu e questo rende unica e speciale la tua immagine. Riuscire a trasmettere non solo quello che vedi, ma anche quello che senti, rende la tua fotografia più interessante. Nei cassetti possiamo trovare decine di cartoline di luoghi magnifici, ma ti danno sensazioni particolari? O sono solamente delle immagine pur belle, ma senza una propria anima?

Connettersi con il soggetto

Con cosa ti stai connettendo? Una persona, un paesaggio, il tuo cane o un concetto? Qualunque cosa tu scelga come soggetto, più ne sei affascinato, più questo sarà espresso nelle fotografie che ne fai. Fotografa ciò che ami, ciò che ti piace. Mostra la tua esperienza del soggetto nelle tue foto. Per comunicare con successo questo devi connetterti all’esterno per far sì che gli altri possano davvero apprezzare le tue foto.

“Se le tue foto non sono abbastanza buone, non sei abbastanza vicino” Questa è una famosa citazione di Robert Capa. È meglio conosciuto come fotografo di guerra, ma questo consiglio ha una portata molto maggiore rispetto alla semplice fotografia di conflitti armati.

Avvicinarsi al soggetto relazionandosi con esso renderà le tue foto migliori. Studia la tua materia. Migliore è la comprensione che hai di qualcosa, più le tue fotografie saranno dinamiche. Avvicinarsi richiede tempo e impegno.

A volte potrai impiegare per costruire una relazione con la tua materia. Con altri soggetti potresti avere solo pochi momenti per stabilire una connessione. Avvicinarsi deve essere intenzionale.

Mantenere una freschezza mentale, pensare in modo relazionale, non solo visivamente, ti mantiene motivato. In questo modo, potrai continuare a creare foto creative in luoghi che visiti spesso.

Ti avvicini abbastanza?

Attacca un obiettivo con un angolo più ampio alla tua fotocamera. Stare indietro con una lente lunga significa che tu sei fisicamente e relazionamene più lontano da ciò che stai fotografando.

Siate audaci e avvicinatevi. Essere in prossimità del soggetto renderà la connessione più intima. Ciò richiede che tu ti presenti bene al soggetto, specialmente quando fotografi le persone.

Sii aperto e amichevole. Avvicinati a uno sconosciuto con un sorriso e un caloroso saluto nella loro lingua. La maggior parte delle persone rifletterà il tuo calore a te.

Stabilire un contatto visivo con le persone nella maggior parte delle culture renderà più profonda la tua relazione istantaneamente. Non essere prepotente o troppo dimostrativo, in quanto ciò potrebbe allontanare le persone.

Prenditi un po’ di tempo per osservare una situazione e considera come è meglio stabilire una connessione.

Questo richiede pratica. Nelle grandi città, questo può essere più difficile in quanto le persone sono in genere più di fretta e chiuse nei loro problemi. Nelle città più piccole e nelle zone rurali, le persone possono essere più a loro agio con l’essere fotografate.

Dai qualcosa indietro

Quando fotografi le persone, mostra loro le foto che hai realizzato. Preparati a scattare altre foto per catturare la loro risposta. Richiedi il loro indirizzo email o profilo social. Digli che manderai loro alcune foto.

Collegamento con luoghi e cose

Fotografare la tua spiaggia o la tua strada preferita può diventare più personale con la consapevolezza. Concentrati sul perché ti piace essere lì. Pensa a come ti senti quando vai in questi posti. Prova a trasmettere questo nelle tue foto.

Se ami fotografare la tua auto o il tuo animale domestico, porta la tua esperienza nella tua espressione. Probabilmente hai già fotografato queste cose molte volte, quindi concetti nuovi possono essere difficili da inventare.

Occasione -15% Lezioni di fotografia

Invece di cercare un nuovo angolo visivo, cerca quello che rivela di più su come ti senti. Ora del giorno, qualità della luce, colori e altri fattori influenzeranno la sensazione nelle tue foto.

Considera in che modo gli elementi visivi inclusi nelle tue composizioni riflettono il tuo modo di sentire nei confronti dei tuoi soggetti.

Conclusione

Esercita la tua tecnica fotografica. Conosci bene le tue impostazioni. Dai al tuo cervello più spazio per concentrarti su ciò che vuoi trasmettere riguardo al tuo soggetto.

Pensa a cosa sono le tue fotografie, non solo a come sono fatte. Alcune di queste idee possono essere impegnative o sembrare piuttosto astratte. Costruisci l’abitudine di connetterti con i tuoi soggetti.

Nel tempo vedrai lo stile della tua foto svilupparsi. Diventerai più creativo e le tue fotografie diventeranno più attraenti.

Connettersi con il soggetto è importante per la riuscita di una fotografia ultima modifica: 2019-07-23T07:00:50+00:00 da Giovanni

Riguardo all'autore

Giovanni

Lascia un commento a questo articolo

Clicca qua per lasciare un commento

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!