Progetti e creatività

La vita nelle case-bara di Hong Kong

case baraVengono chiamate “case-bara” e sono putroppo un grosso fenomeno in crescita nelle metropoli cinesi e, in particolar modo, a Hong Kong.

Il fenomeno delle case-bara è dovuto al vertiginoso aumento dei prezzi che hanno reso Hong Kong una delle città più care al mondo per quanto riguarda il mercato immobiliare (ma non solo). Pensate che per andare in affito in uno di questi loculi si possono arrivare a spendere anche 250 dollari al mese! Pazzesco…

Il fotografo Benny Lam ha voluto documentare la vita soffocante che devono affrontare ogni giorno migliaia di persone costrette a vivere in condizioni al limite dell’umano.

Le case-bara sono dei veri e propri loculi di 1,5-2 metri cubi al massimo e sono costruite in legno (da qui il nome di case-bara), un “normale” appartamento può contenere sino a 100 case-bara, sovrapposte l’una con l’altra. Fino a poco tempo fa queste “case” erano delimitate da reti e venivano chiamate “gabbie”. Solo di recente il legno ha sostituito il ferro anche se da una casa-gabbia a una casa-bara c’è poca differenza, sfido chiunque a vivere in 2 metri cubi!

case baraSi stima che siano oltre 200.000 le persone che vivono in queste condizioni, oltre il 20% rispetto a soli 3 anni fa, ma questa in molti casi è l’unica alternativa che molte persone hanno trovato per rimanere in città. Le liste d’attesa per le case popolari sono infinite e l’unica speranza di uscire dalle case-bara è quella di salire in graduatoria e ambire a un alloggio più decente.

Vi lascio ad alcuni scatti del fotografo Benny Lam. Voi ci riuscireste a vivere in questi loculi? Io nemmeno per una notte!!!!

case-bara case-bara case-bara case-baracase-baracase-baracase-baracase-baracase-bara

case-bara

La vita nelle case-bara di Hong Kong ultima modifica: 2017-06-08T16:09:39+00:00 da Stefano

Riguardo all'autore

Stefano

Sono un informatico con la passione smisurata per la fotografia, ho fondato il PHOTOBLOG nell'estate del 2016 per cercare di unire la mia passione al mio lavoro.
Ho iniziato per scherzo e ora mi ritrovo, con enorme orgoglio e umiltà, a gestire un sito in continua crescita tra i più visitati in Italia nel suo genere.
Cerco sempre notizie fresche, collaborazioni con fotografi e argomenti che possano essere utili a chiunque si avvicini al fantastico mondo della fotografia.

Lascia un commento a questo articolo

Clicca qua per lasciare un commento

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!