Consigli utili

Come ottenere il massimo dal maltempo: 6 sfide per i fotografi

maltempo

Il segreto, ma a ben pensarci neppure così segreto, della fotografia è che tutto è una questione di luce.

La fotografia è come la pittura: da una tela vuota che deve essere riempita dai colori a un fotogramma vuoto (pellicola o digitale che sia) che deve essere riempito dalla luce.

Anche se siamo portati, soprattutto se siamo agli inizi, a considerare solo un giorno di sole con il cielo azzurro come adatto alla fotografia, in realtà, anche in una giornata di maltempo possiamo ottenere dei risultati molto interessanti: i forti contrasti che possiamo trovare, le “lame” di luce che colpiscono il nostro soggetto dall’alto (un po’ come in un quadro di Caravaggio), possono trasformare soggetti banali in argomenti che vale la pena di fotografare.

Vediamo quindi quali sfide dobbiamo superare per ottenere foto fantastiche in giorni di maltempo!

Sfida #1. Andare oltre la nostra zona di comfort, ovvero uscire all’aperto anche quando il tempo sembra minaccioso.

Se il tempo è avverso (neve, pioggia o troppo caldo), perché lasciare la comodità delle nostre case o automobili per andare a fare delle fotografie? Il primo scoglio da superare è quindi la nostra pigrizia! È come se un fotoreporter evitasse le zone di conflitto o malfamate perché possono essere pericolose.


Ovviamente, non si devono correre rischi inutili e mantenersi sempre in sicurezza.

Ad esempio, se vuoi uscire a fotografare una tempesta di fulmini, leggi prima il nostro articolo!

Sfida #2. Verificare le condizioni meteorologiche migliori per le opportunità fotografiche

Se siete della categoria dei fotografi fortunati, è sufficiente uscire e gli avvenimenti accadranno di fronte a voi: basta coglierli. Per la maggior parte degli altri, ottenere una buona foto richiede una pianificazione accurata.

Se vuoi utilizzare le condizioni meteorologiche per aggiungere impatto alle tue fotografie, una piccola ricerca in internet può aiutare molto. Anche mentre sei in giro, dovresti monitorare le condizioni meteorologiche per migliorare le probabilità di ottenere lo scatto che vuoi e anche per garantire la tua sicurezza.

Sfida # 3: riconoscere il modo in cui il tempo può creare l’atmosfera in una scena

Questo può essere complicato in quanto bisogna allenare l’occhio a vedere quale effetto avranno le condizioni atmosferiche sul tuo soggetto.

L’unico modo è di guardare con senso critico le immagini disponibili (su libri, Instagram, …), possibilmente sia in condizioni ideali, che di maltempo, per vedere le differenze. Pensa quindi come applicare le tue osservazioni quando sarai tu a scattare.

Sfida n. 4: essere nel posto giusto al momento giusto

Essere nel posto giusto al momento giusto raramente ha a che fare con la fortuna. Per fare ciò dovrai guardare i servizi fotografici passati come missioni di esplorazione.

Una località particolare fotografata con condizioni meteorologiche buone apparirà completamente diversa quando il tempo è brutto.

La familiarità con un’area prima di fotografare in caso di maltempo ti consentirà di entrare in posizione più velocemente e con un po’ di fortuna ti permetterà di ridurre al minimo l’esposizione agli elementi.

Sfida n. 5: essere sempre preparati

L’arte di essere preparati è fondamentale e va oltre il monitoraggio del tempo o la familiarità con una particolare posizione.

Essere preparati comporta avere la marcia giusta, avere la tua attrezzatura pronta per andare, avere equipaggiamento non fotografico come GPS, ombrello o un telefono cellulare e prendere misure precauzionali per entrare in contatto con un amico o dire alla gente dove stai andando (questo è fondamentale se sei in montagna o al mare).

Essere preparati è importante sia per ottenere lo scatto che si desidera quanto per tornare a casa in sicurezza.

Perché il maltempo permette di modificare le immagini?

Luci e ombre

Condizioni meteorologiche differenti possono cambiare rapidamente il modo in cui una scena è illuminata.

Le nuvole possono diffondere il sole per un’illuminazione uniforme, il sole può penetrare attraverso le nuvole come per un effetto di faretti, la pioggia può creare riflessi, ecc.

Le ombre invece possono consentire l’isolamento di un soggetto, creare strati visivamente interessanti in una scena, realizzare linee guida e cornici, ecc.

Contrasto

Il contrasto può aggiungere un altro livello di complessità a una scena. Le scene che contengono un buon livello di contrasto possono essere utilizzate per evidenziare o isolare il soggetto.

Viceversa, le condizioni di nebbia possono ridurre il contrasto creando un’atmosfera completamente diversa rispetto all’immagine precedente.

Luminosità

La luminosità di una scena influirà sulla durata del tempo necessario per esporre il soggetto. La luminosità influenzerà anche la tua scelta nell’uso della luce artificiale per illuminare il tuo soggetto o meno.

Per esposizioni più lunghe, il maltempo offre anche l’opportunità di evidenziare il movimento, mentre l’uso dell’illuminazione artificiale ti consentirà di creare punti salienti drammatici per accentuare il soggetto.

Composizione

La terza dimensione è parte della nostra esperienza visiva quotidiana. La fotografia essendo un mezzo bidimensionale richiede un approccio creativo alla composizione per ingannare il cervello del nostro osservatore.

Per fare questo, è necessario includere elementi compositivi che sono familiari e fornire sia la prospettiva che la scala. Le nuvole, i banchi di nebbia, i raggi del sole, ecc., in combinazione con i soggetti dell’immagine, possono facilmente realizzare le componenti fondamentali per creare la terza dimensione nelle tue fotografie.

Se riesci a gestire correttamente queste sfide, cercando di sfruttare le qualità trasformanti del maltempo nel tuo lavoro, scene che altrimenti avresti ignorato diventeranno grandi opportunità fotografiche e le tue immagini avranno un alto impatto per stupire il tuo pubblico.

Come ottenere il massimo dal maltempo: 6 sfide per i fotografi ultima modifica: 2019-02-26T15:00:19+00:00 da Giovanni

Riguardo all'autore

Giovanni

Lascia un commento a questo articolo

Clicca qua per lasciare un commento

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!