Consigli utili

5 consigli su come fotografare i bambini senza problemi

Fotografare bambini, speci se molti piccoli, può essere davvero difficile. È necessario agire in modo tale che per il bambino tutto sia un gioco. In caso contrario si possono rifiutare di cooperare o avere una vera e propria crisi di pianto.

Immagino quante volte vi sarete trovati nella situazione di dover immortalare un bambino, magari vostro figlio, mentre gioca con il suo pupazzo preferito o mentre scarta un regalo inatteso. Immortalare il loro sguardo innocente e sincero è una cosa preziosa e unica che rimarrà nel nostro cuore per tutta la vita.

Se siete alle prime armi andrete incontro a grandi errori che non vi permetterano di ottenere buone fotografie, magari mosse o semplicemente colte nel momento sbagliato. Ecco quindi che in questo articolo proviamo a vedere assieme 5 consigli su come fotografare i bambini senza problemi!

#1. Scegli il momento migliore per i bambini

Il modo migliore per evitare una crisi con bambini fino ai cinque anni è scegliere il momento migliore durante il giorno che funziona meglio per loro.

In questi casi, è “l’agenda” della giornata del bambino che deve essere tenuta in considerazione, piuttosto che la proprio agenda di lavoro personale. Questo perché alcuni bambini potrebbero essere più vigili dopo un buon sonnellino e altri potrebbero essere di umore migliore dopo la colazione.

Programmare bene la sessione fotografica secondo i ritmi del bambino evita interruzioni o eccessiva stanchezza. Avere la sessione fotografica come parte delle attività della giornata, li rende anche entusiasti di esplorare e giocare.


Occasione -15%
Le prime pose. L'arte di fotografare i neonati
29 Recensioni
Le prime pose. L'arte di fotografare i neonati
  • Robin Long
  • Editore: Pearson
  • Copertina flessibile: 214 pagine

# 2. Portare spuntini e giocattoli

Non c’è niente di più irritabile di un bambino affamato. Questo vale per ogni bambino di età pari o superiore a 6 mesi. I bambini hanno bisogno di uno spuntino o una bevanda di qualche tipo abbastanza spesso (sgranocchiare o succhiare qualcosa, contribuisce a renderli più calmi). Se la tua sessione durerà da 45 minuti a più di un’ora, è una buona idea avere spuntini e bevande a portata di mano. Permettere ai bambini di fare uno spuntino durante la sessione può anche servire a dare loro una spinta di energia e riportarli nella sessione.

Chiedi ai genitori di portare lo spuntino e il drink preferito dai bambini alla sessione, oltre a uno spuntino che potrebbe essere considerato una ricompensa. Questi premi / dolcetti possono aiutare per ottenere dei sorrisi o per evitare una crisi nel mezzo della sessione. Fai delle pause spesso per dare ai bambini la possibilità di fare uno spuntino e bere dell’acqua o del succo.

I giocattoli, o anche un computer, sono un ottimo modo per intrattenere i bambini e si possono ottenere diverse espressioni reali e autentiche dal bambino quando stanno giocando con il loro giocattolo preferito.

A volte, i giocattoli possono portare conforto ai bambini e aiutarli a sentirsi più rilassati attorno ai nuovi estranei. Inoltre, i giocattoli offrono una distrazione quando si fotografano gli altri membri della famiglia, evitando che i bambini più piccoli si annoino. Anche un libro può essere un elemento distraente che permette al bambino di rimare calmo e non annoiarsi.

#3. Consiglia ai genitori di evitare di dire “no”

Questo è probabilmente l’unico consiglio che susciterà qualche sopracciglio tra i tuoi clienti, ma è molto importante tenerlo a mente. I bambini sentono la parola “no” più di cento volte al giorno, e, a volte, questo può portare a comportamenti di sfida. Evitare di dire no può davvero aiutare il bambino a sentirsi più rilassato durante la sessione.

Non usare la parola “no” dà loro anche la libertà di esplorare, saltare, giocare, correre e sì, anche sporcarsi durante la sessione. Dare ai bambini che hanno meno di 5 anni una grande esperienza è davvero importante. Ricorderanno quanto si sono divertiti con te e la tua macchina fotografica. La prossima volta che ti vedranno per un’altra sessione di ritratti, non saranno così timorosi o timidi.

Lascia che si divertano. Più la vedono come un’attività divertente, più saranno disposti a collaborare. Certo, se qualcosa è pericoloso, allora un no appropriato va bene. Per tutto il resto, è una parola proibita per l’intera sessione.

Questo ti fa sembrare amico e impedisce ai genitori di usare un tono negativo durante la sessione. Tutti insieme danno al bambino l’impressione di essere lì per divertirsi e giocare. Offrendoti espressioni migliori e alla fine, ascolteranno quando chiedi loro di guardare la telecamera e sorridere.

Occasione -15%
Ritratti. Corso completo di tecnica fotografica
79 Recensioni
Ritratti. Corso completo di tecnica fotografica
  • Sarah Plater
  • Editore: White Star
  • Copertina flessibile: 176 pagine

#4. Prova a fargli fare altro piuttosto che solamente sorridere alla telecamera

La maggior parte dei bambini sotto i cinque anni non ha la pazienza di stare fermi a lungo e sorridere alla telecamera. Il massimo che otterrai dai bambini di questa fascia d’età è di 30 minuti. Il modo migliore per farli partecipare più a lungo è catturarli facendo ciò che i bambini sanno fare meglio: giocare.

I bambini di questa fascia di età stanno imparando così velocemente e adorano applicare ciò che hanno imparato o possono identificarsi in ogni momento. Ciò significa che se sono in un parco, vorranno prendere un bastone e giocare e quindi le foto posate potrebbero non essere quelle che ti aspetti da bambini così giovani.

Al fine di catturare l’intera famiglia insieme, metti tutti gli altri membri della famiglia in modo che i bambini più piccoli sono in contatto diretto con mamma o papà.

Questo contribuisce a mantenere calmi e rilassati i bambini.

#5. Non aver paura di riprogrammare se necessario

A volte, un bambino che non è proprio disposto a farsi fotografare. In tal caso, offri alla famiglia la possibilità di riprogrammare la sessione per un’altra data e ora che meglio si adatta alla pianificazione e all’umore del bambino.

La riprogrammazione è l’opzione migliore e ed è una cosa abbastanza normale e che succede con i bambini. Assicurati però prima di aver esaurito tutte le opzioni prima di decidere che è necessaria una riprogrammazione. A volte, un bambino potrebbe semplicemente aver bisogno di una pausa veloce o di un riposino. Concentrati a fotografare i genitori o gli altri membri della famiglia. Se tutto il resto fallisce, la riprogrammazione potrebbe essere la soluzione migliore.

Se non è possibile riprogrammare, cerca di ottenere il massimo dal bambino prima che si opponga definitivamente a qualunque collaborazione. Lavora velocemente e fai sapere ai bambini che sai che sono stanchi, affamati o che non amano le foto, ma se fanno bene possono ottenere un premio. Qui, permetti ai genitori di dire qualsiasi premio vogliano offrire. Questo a volte può avere qualche ultimo sorriso e darti abbastanza foto.

Occasione -49%
Fotografare la famiglia e i bambini, gli amici, gli animali. Ediz. illustrata
2 Recensioni
Fotografare la famiglia e i bambini, gli amici, gli animali. Ediz. illustrata
  • Joel Sartore, John Healey
  • Editore: White Star
  • Copertina flessibile: 191 pagine

In conclusione

I bambini sotto i cinque anni non sono sempre facili e disposti a fare ritratti, tuttavia, l’utilizzo di questi suggerimenti può aiutare a ottenere il massimo da essi prima che esauriscano la loro pazienza.

Assicurati che si divertano durante la sessione.

Ciò li aiuterà a sentirsi più a loro agio la prossima volta che si troveranno davanti alla videocamera.

5 consigli su come fotografare i bambini senza problemi ultima modifica: 2019-01-21T15:00:20+00:00 da Giovanni

Riguardo all'autore

Giovanni

Lascia un commento a questo articolo

Clicca qua per lasciare un commento

SEGUI IL PHOTOBLOG

ISCRIZIONE NEWSLETTER

Ricevi i miei articoli direttamente sulla tua casella di posta 1 SOLA volta al mese.
Tranquillo, anche io odio lo spam!